Morte sospetta di un geometra 40enne di Biella: nel sangue elevata concentrazione di oppiacei

La morte di un geometra 40enne di Biella solleva dei sospetti per il tipo di vita che conduceva. Arrivato adolescente in Piemonte dalla Somalia, l’uomo ha conseguito in città il diploma da geometra e lavorava in un’impresa edile di Lessona. Non ci sono precedenti penali a suo carico e inoltre conduceva una vita irreprensibile.

È morto per un malore al Pronto Soccorso dell’ospedale di Biella, dove era giunto con un sospetto infarto, ma le analisi tossicologiche sul sangue hanno individuato un’alta concentrazione di oppiacei, probabile causa del decesso.

Sarà ora l’autopsia a chiarire le esatta causa della morte.



In questo articolo: