Seguici su

Società

In 150 mila al Torino Pride d’Amore e di Lotta

Il Pride di quest’anno è anche una vetrine per Torino, che punta ad ottenere l’assegnazione del Pride Europeo 2027

Gabriele Farina

Pubblicato

il

TORINO – Sono migliaia (150 mila secondo gli organizzatori) i giovani e le giovani (ma anche tanti e tante meno giovani) presenti al Torino Pride 2024 che è partito alle 16.30 e per tutto il pomeriggio colorerà le strade del centro cittadino.

Il sindaco Lo Russo sfila dietro lo striscione in apertura, che recita “D’Amore e di Lotta”, lo slogan di questa edizione. Tra i presenti anche Vladimir Luxuria, direttrice del Lovers Film Festival.

Non mancano le polemiche, interne ed esterne. Lungo il percorso estreisti di destra hanno appiccicato adesivi contro il Pride. I Radicali hanno disertato l’edizione di quest’anno ritenendola troppo politicizzata per i riferimenti alla Palestina e contro Israele. Questi i temi del Pride 2024.

Il Pride di quest’anno è anche una vetrine per Torino, che punta ad ottenere l’assegnazione del Pride Europeo 2027. Questa mattina si sono schierati con il Pride anche gli attivisti di Extinction Rebellion, con un’azione davanti al Grattacielo della Regione.

Iscrivi al canale Quotidiano Piemontese su WhatsApp, segui la nostra pagina Facebook e continua a leggere Quotidiano Piemontese

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv

Dalla home

adv

Facebook

adv