Ex Embraco, Todde: “cassa integrazione straordinaria per i 400 dipendenti, possibile anche quella per il COVID-19”

“La cassa integrazione straordinaria per cessazione è stata richiesta dal curatore fallimentare. C’è anche la possibilità di utilizzare i 18 mesi della cassa integrazione Covid” – spiega Alessandra Todde, sottosegretario al Mise, oggi al tavolo di crisi per la Ex Embraco in prefettura a Torino.

Presenti anche presidente della Regione Piemonte che assicura “l’anticipo della cassa integrazione dalle banche” e la sindaca di Torino che dice: “Le risorse ci sono, ma la cassa integrazione non basta”.

Della stessa idea della sindaca i 400 lavoratori, che non hanno accolto bene la notizia e ci sono state tensioni sotto la sede della prefettura.



In questo articolo: