Registrati | Login | Logout Meteo Piemonte | Meteo Italia | Traffico Piemonte | Mappe |

31 - 01 - 2015

Cultura

Anche a Torino l’installazione delle ‘pietre d’inciampo’, per non dimenticare gli orrori delle deportazioni

482px-Gunter_Demnig

L’artista tedesco Gunter Demnig

Un ‘evento’ di grande significato pratico e simbolico, di impatto particolarmente importante in questi giorni con quanto accaduto a Parigi e – meno ‘visibile’ ma non meno spaventoso – in Nigeria (oltre duemila uccisi in un solo giorno). E’ tutto queto l’iniziativa delle ‘pietre d’inciampo’, cubetti di pietra e ottone incastonati nel marciapiede, di fronte a luoghi significativi nella vita quotidiana delle persone che si vogliono ricordare. Ogni cubo porta infatti il nome di una vittima delle deportazioni naziste e fasciste, in modo che anche il passante più distratto non possa dimenticare gli orrori della Shoah. Le ‘opere’ sono state realizzate dall’artista tedesco Gunter Demnig che in questo weekend le ha posate a Torino (27 le pietre installate), girando da un luogo all’altro (altro…)

Il 15 gennaio presentazione a Torino de “Il contrario dell’amore”, romanzo sullo stalking di Sabrina Rondinelli

contrario-amore“Il contrario dell’amore” è un romanzo, ma è tratto da un’esperienza reale e tratta un tema duro e molto attuale come lo stalking. Per questo il romanzo di Sabrina Rondinelli, edito da Indiana, merita un’attenzione particolare. L’occasione per conoscerlo meglio sarà giovedì 15 gennaio al centro Culturale di via Agliè – Bagni Pubblici, quando alle 17.45 l’autrice presenterà il suo lavoro, che sarà poi in libreria dal 22 gennaio. L’incontro è organizzato dalla libreria “La casa delle note” nell’ambito della rassegna “Libri in Quartiere”. L’iniziativa è patrocinata dalla Città di Torino. (altro…)

Il Museo Egizio presenta ai blogger torinesi la strada social verso il nuovo #Egizio2015

egizio2015Nella serata di venerdì 9 gennaio la Casa del Quartiere di San Salvario è stata teatro della presentazione del percorso social che porterà all’apertura, il primo aprile, del nuovo Museo Egizio di Torino. Il direttore del museo Christian Greco e la Compagnia di Sanpaolo, che ha finanziato il progetto, hanno mostrato in anteprima ai blogger e ai social media expert torinesi la teca che cela un misterioso tesoro. Soffiando nel macchinario si attiva un braccio meccanico che soffia a sua volta sulla sabbia contenuta nella teca, scoprendo così pian piano il tesoro sepolto. La teca rimarrà nella Casa del Quartiere per tutto il weekend, a disposizione dei cittadini che vorranno passare a dare un proprio contributo soffiando e scoprendo un pezzo del mistero. La campagna social che porterà all’apertura del nuovo Egizio comprende anche la clessidra gigante presente in piazza san Carlo da alcune settimane (altro…)

La biblioteca astense, dedicata a Giorgio Faletti, riapre a fine gennaio

giorgio falettiLa nuova biblioteca astense, dedicata a Giorgio Faletti, riapre il 20 gennaio dopo un’assenza di 141 giorni. Roberta Bellesini, moglie dell’artista, morto lo scorso luglio, lo ha comunicato ufficialmente. I nuovi uffici, nel Palazzo del Collegio, in via Goltieri, più ampi e rinnovati, ospitano una sezione di media library e una dedicata ai libri per non vedenti.  (altro…)

Morituri, il film di Daniele Segre che sarà anche uno spettacolo teatrale

morituriSono finite le riprese ed è ormai in fase di post-produzione (non è corretto usare in questo caso il termine “montaggio” visto che si tratta in tutto di 10 pianosequenza) il film Morituri di Daniele Segre. Tre protagoniste, una sola location, l’affascinante ex-cimitero di San Pietro in Vincoli a Torino, una sola inquadratura fissa. Morituri è in realtà un progetto più complesso di un semplice film, qualcosa che unisce cinema e teatro. Ed infatti il film diventerà presto anche uno spettacolo teatrale. Un assaggio lo avremo già il 15 gennaio, sempre a San Pietro in Vincoli, quando Morituri verrà presentato come allestimento teatrale (o quello che a questo momento è diventato lo spettacolo che sarà – più che altro, par di capire, il racconto del film) nella serata di apertura della Stagione Santa Cultura in Vincoli. Piccola stagione teatrale sotto la guida di Beppe Rosso, che proseguirà da febbraio con gli spettacoli del Mulino di Amleto, di Letizia Russo e Laura Curino, del Teatro Koreja, di Giorgia Goldini e tanti altri. (altro…)

A Torino la posa delle Pietre d’inciampo per ricordare le vittime dell’Olocausto

pietre inciampoLe Pietre d’inciampo (Stolpersteine) sono un monumento diffuso e partecipato ideato e realizzato dall’artista tedesco Gunter Demnig per ricordare le singole vittime della deportazione nazista e fascista. Oltre 40mila pietre sono state poste in 1.100 località di 16 paesi europei, richieste da singoli cittadini, associazioni o istituzioni. In Italia, le pietre sono presenti a Roma, Livorno, Prato, Ravenna, Brescia, Genova, L’Aquila e Bolzano. Anche a Torino sarà effettuata la posa di 27 pietre d’inciampo alla memoria dei deportati scomparsi nei campi di concentramento e di sterminio. Le prime (altro…)

Franceschini cambia idea: anche il direttore del Polo Reale di Torino sarà scelto con un bando europeo

Palazzo_Reale-TorinoBando si, bando no, ora bando di nuovo si. Nuova marcia indietro del Ministero della cultura a proposito della scelta del direttore del Polo Reale di Torino. Solo pochi giorni fa era arrivata la comunicazione che i bandi europei sarebbero stati validi solo per i primi dieci musei statali italiani. Comunicazione che aveva escluso il Polo Reale di Torino (in un primo tempo inserito in elenco), il cui direttore sarebbe quindi stato nominato direttamente da Roma. Ora il ministro Franceschini fa nuovamente marcia indietro e comunica che saranno scelti con bando i direttori di tutti e 20 i musei statali dotati di autonomia, quindi Polo Reale compreso. Il bando sarà pubblicato nelle prossime ore e le domande dovranno essere presentate entro il 15 febbraio. Sarà una commissione di cinque esperti a vagliarle e a scegliere i nomi. (altro…)

E’ morto a 93 anni Guido Nicola, il genio dei restauratori italiani. I funerali nella sua Aramengo

giovanni-nicolaE’ morto martedì pomeriggio dopo lunga malattia a 93 anni Guido Nicola, restauratore di Aramengo dove ha sede il laboratorio di restauro da lui fondato nel 1968 noto in tutto il mondo. Guido Nicola iniziò nel dopoguerra, insieme alla moglie Maria Rosa, il suo lavoro di restauratore a Torino, dopo aver fatto il barbiere, prima di trasferire la sua azienda nel Monferrato. Il suo suocero Giovanni Borri, pittore e restauratore genovese, lo introdusse nell’ambiente dell’arte. Il suo laboratorio ha restaurato tele dei più grandi pittori come Guercino, Guido Reni, van Eyck, Rembrandt, Raffaello, Caravaggio, Tintoretto. Rubens, Antonello da Messina, Michelangelo, Picasso, Max Ernst, Leger, De Chirico, Fontana.  Guido Nicola lascia la moglie e i figli Gian Luigi e Anna Rosa che gestiscono il suo laboratorio.   (altro…)

Al teatro Alfieri di Asti torna in vita Oscar Wilde nel corpo di Gianluca Guidi

Gianluca Guidi. PHOTO©Marco D'Elia

Gianluca Guidi. PHOTO©Marco D’Elia

Martedì 13 gennaio alle 21 al teatro Alfieri di Asti arriva “Oscar!”, il nuovo spettacolo di Gianluca Guidi, con testo a cura di Masolino D’Amico, regia di Massimo Popolizio e musiche di Germano Mazzocchetti. Non solo un monologo su Oscar Wilde, ma un patchwork drammaturgico d’effetto, un puzzle che destruttura la materia dandole una forma moderna di esposizione pur mantenendo inalterato il linguaggio del grande autore irlandese. Nella fantasia di un uomo di teatro come Massimo Popolizio, tutto questo è diventato un “One Man Show” degno della miglior tradizione anglosassone e molto moderno. Lo spirito e lo humour di Wilde vengono consegnati agli spettatori quasi come fosse un moderno comico, senza rinnegarne l’eleganza e il genio.  (altro…)

A Torino Mundialibro, il mondiale dei romanzi del ‘900

mondiali-romanzo-900Si svolgerà a Torino il primo Mundialibro, i campionati mondiali del romanzo del ‘900. Si tratta di un’idea nata dalla mente di Andrea Bajani e dell’Unione Culturale Franco Antonicelli. Ad affrontarsi in veri e proprio scontri saranno gli autori classici del secolo scorso. Ma siccome non potranno scendere in campo direttamente Fenoglio e Primo Levi, allora saranno personaggi del calibro dei torinesi Alessandro Perissinotto e Margherita Oggero a rappresentarli. Saranno, infatti, otto critici e scrittori attuali a dover convincere pubblico e giuria della superiorità di un romanzo rispetto ad un altro. Da gennaio a giungo 2015 si svolgeranno le fasi italiane, poi a fine anno e nel 2016 comincerà il campionato mondiale con gli scontri contro gli autori del resto del mondo. (altro…)

Torino Musei chiude il 2014 con +42% di visitatori. E nel 2015 arrivano Modigliani, Monet e altre meraviglie

gamIl buon andamento della cultura come attrattore turistico e come motore economico del territorio, a Torino e in Piemonte, è ormai un dato di fatto con statistiche e valutazioni internazionali a sostegno di una crescita che  molti – ancora oggi – faticano a comprendere e percepire. Ma ancora una volta arrivano i numeri a definire i confini di una crescita eccezionale. Sono i numeri che in questo caso sfoggia la Fondazione Torino Musei, che registra per il 2014 una crescita straordinaria del numero di visitatori: 571.120 nell’anno appena concluso, con incremento del 42% rispetto al 2013. In particolare, la GAM (Galleria d’arte moderna) ha registrato una crescita del 54%, il MAO (Museo d’arte orientale) del (altro…)

Nessun bando per il direttore del Polo Reale di Torino, verrà nominato da Roma

Palazzo_Reale-TorinoIl direttore del Polo Reale di Torino non sarà scelto con un bando pubblico ma verrà nominato direttamente dal ministero. Niente decentralizzazione. Il direttore dell’inseime dei capolavori sabaudi verrà quindi deciso a tavolino a Roma. Nella prima stesura del MibAct era previsto che il direttore sarebbe stato scelto tramite un bando dedicato, ma la versione definitiva ha invece riservato questa soluzione solo ai musei di prima fascia. Quei dieci musei che vanno dagli Uffizi alla Pinacoteca di Brera e sulla cui scelta si erano scatenate le polemiche per le molte esclusioni eccellenti, Polo reale compreso. La nomina verrà ufficializzata tra fine gennaio ed inizio febbraio ed in pole position parrebbe esserci Edith Gabrielli, attuale soprintendente al Patrimonio storico artistico, che finora ha di fatto gestito il Polo, ma nulla è sicuro. (altro…)

Falseum, nel castello di Verrone nasce il museo del falso

castello-verrone-falseumVerrone sta per inaugurare un museo che potrebbe cambiare la sua storia. Il piccolo comune del biellese sta infatti per inaugurare Falseum, un museo dedicato completamente al falso, alle bufale storiche. Il museo aprirà a maggio e avrà sede nel castello appena ristrutturato. Il museo ospiterà falsi storici, bugie diventate leggenda e tutto quello che riguarda il falso. Molto del suo fascino sarà presumibilmente dovuto all’allestimento, che verrà curato da un pool guidato dall’architetto Massimo Venegoni, che ha realizzato gli allestimenti al Forte di Bard, allo Juventus Museum e a palazzo Madama a Torino. Il nome stesso del museo, Falseum, è di per se un falso in qunato strizza l’occhio al latino ma latino non è. (altro…)