Ultime Notizie | Newsletter | Social | Meteo Piemonte | Meteo Italia | Traffico | Mappe |

27 - 02 - 2015

Economia

Spumante italiano batte champagne, 2014 da record per le bollicine nostrane

spumanteSpumante italiano batte champagne. Nel 2014 la domanda del primo è cresciuta 4 volte più di quella del secondo. Le bollicine italiane, quindi sono ben apprezzate, secondo Coldiretti Piemonte. In controtendenza alla crisi, il made in Italy delle bollicine fa segnare il record storico di bottiglie consumate all’estero con un balzo del 24% delle esportazioni rispetto all’anno precedente, quattro volte superiore al tasso di crescita registrato dallo champagne (+6 per cento) nello stesso periodo. L’analisi della Coldiretti stima la spedizione all’estero di 350 milioni, circa di bottiglie di spumante italiano nel 2014. Dall’inizio della crisi, nel 2007, le bottiglie di spumante esportate all’estero sono aumentate del 180%, (altro…)

Expo 2015: tutto il cibo per l’evento dovrà ricevere il benestare a Novara

ciboPrima di mangiare, il cibo previsto per l’Expo passerà da Novara per controlli igienici, garanzia di sicurezza e qualità. L’importanza dell’evento è mondiale e non sono ammissibili errori di alcun genere, tanto che ogni singola briciola destinata all’Expo deve essere esaminata e, solo a valutazione superata, destinata ai palati di 20mila persone, circa tra visitatori, operatori, etc. Tonnellate di alimenti  da tutto il mondo, disposti su container, approderanno nel novarese, in tre distinti siti dove si troveranno medici, veterinari e solo dopo il loro “si” raggiungeranno Milano. (altro…)

Disastroso 2014 per le imprese artigiane e l’occupazione. Previsioni fosche anche per il 2015, ma con timidi futuri miglioramenti

lavori in corsoIl neonato 2015 porta sulle spalle la pesante eredità dell’anno passato durante il quale, a causa della crisi economica mondiale, hanno chiuso le saracinesche diverse imprese artigiane regionali. Meno 252 ditte rispetto al 31 dicembre 2013 e si prevede che nel primo semestre 2015 altre 181 chiuderanno i battenti. “Un dato preoccupante - commenta Adelio Ferrari, vicepresidente vicario di Confartigianato Imprese Piemonte - anche se l’emorragia si sta riducendo“. Stesso sconfortante discorso per l’occupazione, precipitata a 278.193 unità (-9.324 rispetto all’anno precedente) che si prevede si assesti a 277.151 nel 2015.  (altro…)

Via ai ‘saldi’. I commercianti torinesi ottimisti dopo un Natale migliore del previsto

saldi_Archiviato un Natale meno negativo del previsto soprattutto grazie agli accessori nell’abbigliamento, sono partiti i saldi invernali, anticipati al 3 gennaio. A Torino e provincia, le previsioni di spesa per nucleo familiare oscillano tra i 180 e i 220 euro: più basse rispetto alla media nazionale anche per effetto della crisi che continua a far sentire i suoi effetti soprattutto nelle periferie. Tra i commercianti, comunque, c’è moderato ottimismo, già registrato nei giorni scorsi con il primo bilancio delle vendite natalizie. E i primi dati sembrano confermare le previsioni positive: +5% e in alcuni casi la crescita arriva fino al 10% rispetto al 2014. Emerge dall’indagine effettuata da Confesercenti durante la (altro…)

Dal primo gennaio 2015 scatta una serie di aumenti autostradali: ecco tutto quello che riguarda il Piemonte

autostradaPedaggi più cari sulle autostrade italiane. Dal 1 gennaio 2015, in attuazione di quanto previsto dalle convenzioni approvate e vigenti, le tariffe salgono in media dell’1,32%. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti unitamente al Ministero dell’Economia e delle Finanze “hanno ritenuto obiettivo prioritario di interesse pubblico l’adozione di ogni misura idonea a consentire il superamento dell’attuale negativa congiuntura economico-finanziaria e considera la calmierizzazione degli adeguamenti tariffari per l’anno 2015, entro l’1,5%, una misura necessaria al conseguimento di tale obiettivo”. Tale misura, peraltro, “per non ostacolare il completamento degli investimenti previsti, (altro…)

Consumi natalizi, primi segnali positivi anche a Vercelli

shoppingDopo i primi segnali positivi sui consumi natalizi a Torino, anche Vercelli sembra seguire la tendenza del capoluogo. A tracciare un primo bilancio è Tony Bisceglia, presidente Ascom Vercelli: “Abbiamo fatto non meno dell’anno scorso, forse qualcosa in più. Soprattutto i commercianti che si sono preparati meglio hanno portato a casa il risultato. Dai nostri primi rilievi mi risulta – afferma il presidente locale dell’Ascom – siano andati bene pelletteria e ristorazione, forse hanno fatto qualcosa meno gioiellerie e oreficerie. Nel campo dell’abbigliamento, ad esempio, sono andati (altro…)

In Piemonte continua a crescere (+4,8% in un anno) gli agriturismo: la storia di un successo

confagricolturaSono 1220 le strutture agrituristiche in Piemonte, con un saldo positivo del 4,8% in un anno. Una crescita costante che in Italia è addirittura del 60,5% in un decennio, e con un saldo, oggi, di 20.897 unità. Lo attestano i dati Istat che prendono in considerazione il periodo 2003–2013, in cui il comparto si è imposto come principale espressione di multifunzionalità delle aziende agricole. In Piemonte aumenta il numero di tutte le strutture, sia quelle con alloggio, sia quelle con sola ristorazione, ma anche con altre attività, compresa la fattoria didattica.
La nostra regione si attesta tra le prime sei in Italia, con il primato a Toscana e Trentino Alto Adige, insieme a Lombardia, Veneto e Umbria. La (altro…)

Dopo sei anni tornano a crescere i consumi natalizi a Torino

shoppingBuone (e inaspettate) notizie per i commercianti torinesi. Dopo sei anni di continuo ed inesorabile calo, sono tornati a crescere i comsumi natalizi a Torino. Situazione migliore come sempre nelle zone centrali, maggiori difficoltà in periferia ma finalemnte sembra tornare a vedersi la luce in fondo al tunnel. I risultati migliori li ha registrati il settore alimentazione, giocattoli e hi-tec. Ma bene sono andati anche abbigliamento e calzature, le cui vendite sono cresciute tra il 2 e il 5% (ma con punte del 10%). Più leggera, ma comunqeu registrabile la crescita per oreficeria e libri. Ora l’attesa (soprattutto per il settore abbigliamento) è per i saldi che partiranno il 3 gennaio. (altro…)

Chiara Appendino scrive a Piero Fassino per Natale: la Torino dei ricchi è sempre più ricca, quella dei poveri è sempre più povera

chiara-appendinoLa consigliera del Movimento 5 Stelle Chiara Appendino ha scritto al Sindaco Piero Fassino una lettera natalizia in cui ricorda al primo cittadino sotto la Mole che la città si è mediamente sempre più impoverita, che aumentano le diseguaglianze fra i troppo ricchi e i troppo poveri di fronte a una crisi che sembra irreversibile. di fronte a questa crisi secondo la Appendino si usa una strategia di annunci enfatici e ottimistici che punta a una mistificazione propagandistica della realtà in cui Torino è descritta come la città più dinamica di Italia. Le aziende chiudono, i giovani non trovano lavoro, le attività commerciali lasciano sfitti i negozi … (altro…)

I saldi ad Asti arrivano prima della befana

shoppingQuest’anno i saldi astigiani arrivano prima. La giunta regionale, infatti, ha anticipato la data di inizio dei saldi invernali a sabato 3 gennaio 2015. Durante le feste, quindi sarà già possibile fare shopping prima ancora dell’epifania, martedì 6. La città paliofila non è, certo la prima ad iniziare il nuovo anno con gli sconti. Già Basilicata e Campania hanno optato per anticiparli al 2 gennaio, mentre quasi tutte le altre regioni devono aspettare, sebbene poco, fino al 5 gennaio. Si concludono tra febbraio e marzo. In Piemonte la data ultima è il 28 febbraio. I saldi devono rispettare determinati requisiti, ad es. è necessario che il prezzo precedente dell’articolo sia esposto rispetto all’attuale e la percentuale di sconto deve essere evidente.  (altro…)

Confartigianato Asti: addio ai risparmi di imprese e famiglie, causa una norma della legge di stabilità

Biagio Riccio, presidente Confartigianato Asti

Biagio Riccio, presidente Confartigianato Asti

Nel 2015 piccole imprese e famiglie rischiano di non vedere i 700 milioni di risparmi sul costo dell’energia elettrica previsti dal decreto taglia-bollette. L’allarme arriva da Biagio Riccio, presidente Confartigianato Asti. Ad annullare i benefici per i consumatori, secondo Riccio, è l’effetto di una norma della legge di stabilità che prevede la cessione della rete elettrica delle Ferrovie dello Stato a Terna (il gestore del sistema di trasmissione nazionale di energia elettrica). Costo della vendita 1 miliardo di euro, centesimo più, centesimo meno. Tale è il valore della rete elettrica delle Fs che, in questi anni, è stata in gran parte finanziata con contributi pubblici, quindi con le tasse dei cittadini. (altro…)

Votata la manovra che prevede l’aumento dell’Irpef in Piemonte

votazioneE’ fatta. Con 29 si e 18 no, la Regione Piemonte, martedì 23 dicembre, approva la manovra fiscale che prevede l’aumento dell’aliquota Irpef di base (pari all’1,23%) in base a vari scaglioni. A seconda del proprio stato di famiglia, del numero di figli e di eventuali disabili nel nucleo famigliare, sono previste agevolazioni. Secondo gli Amministratori regionali, tale manovra è necessaria per dare un futuro alla Regione (altro…)

Rapporto sulla cassa integrazione in Piemonte, a novembre richieste in calo rispetto ad ottobre

lavoroUil Piemonte ha presentato l’undicesimo rapporto 2014 sulla cassa integrazione in Piemonte. A novembre, il numero complessivo delle ore richieste di cassa integrazione ha superato, in Italia,  il miliardo (1.022.326.136). Nello specifico, rispetto al mese precedente, le ore di cassa integrazione guadagni sono diminuite in Piemonte del 29,4%, in linea con il calo nazionale (-28,1%). Nella regione, a novembre scorso, sono state richieste 7.751.888 ore (-7,7% ordinaria, -29,9 straordinaria, -80% in deroga, rispetto ad ottobre). I lavoratori interessati sono stati 45.599, con un calo di 18.981 unità rispetto al mese precedente. L’andamento delle ore richieste nelle province piemontesi è stato: (altro…)